Le foto di Doisneau aprono (a fine giugno) la stagione delle mostre a Lecco

A Lecco tre anni d’importanti esposizioni porteranno sulle sponde del lago rassegne che indagheranno la pittura dell’800 lombardo e due movimenti artistici italiani come quelli dei Macchiaioli e del Divisionismo, oltre a tre iniziative che celebreranno fotografi quali Robert Doisneau, Vivian Maier e Berenice Abbot.
Il programma s’inaugura il 23 giugno 2018 con la mostra che celebra Robert Doisneau
, uno dei fotografi più amati del Novecento.

Fino al 30 settembre, la rassegna, dal titolo Pescatore d’immagini, curata dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille ed Annette Doisneau – in collaborazione con Piero Pozzi, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi – Visit Different, presenta 70 immagini in bianco e nero che ripercorrono l’universo creativo del fotografo francese, tra cui spiccano alcune delle sue icone più riconoscibili come Le Baiser de l’Hôtel de Ville, Les pains de Picasso, Prévert au guéridon. Il percorso espositivo si apre con l’autoritratto del 1949 e ripercorre i soggetti a lui più cari, conducendo il visitatore in un’emozionante passeggiata nei giardini di Parigi, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, nei bistrot e nelle gallerie d’arte della capitale francese.

Robert Doisneau, Les tabliers de Rivoli, Paris 1978 @ Atelier Robert Doisneau

Robert Doisneau, Les tabliers de Rivoli, Paris 1978 @ Atelier Robert Doisneau

I soggetti prediletti delle sue fotografie sono, infatti, i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere in questa città senza tempo. Nelle parole dell’artista: “Le meraviglie della vita quotidiana sono così eccitanti; nessun regista può ricreare l’inaspettato che si trova nelle strade”.

Quindi, dal 20 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, le sale di Palazzo delle Paure si apriranno per accogliere le suggestioni della pittura lombarda dell’Ottocento.

Come dicevamo si comincia con una mostra del grande fotografo Robert Doisneau (quello del famoso bacio, che è in esposizione), dal 23 giugno al 30 settembre. Il percorso espositivo, che mette in mostra alcune delle icone più riconoscibili della sua carriera come Le Baiser de l’Hôtel de Ville, Les pains de Picasso, Prévert au guéridon, si apre con l’autoritratto del 1949 e ripercorre i soggetti a lui più cari, conducendo il visitatore in un’emozionante passeggiata nei giardini di Parigi, lungo la Senna, per le strade del centro e della periferia, nei bistrot e nelle gallerie d’arte della capitale francese.
I soggetti prediletti delle sue fotografie sono, infatti, i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo.

Robert Doisneau, Un chien du pont des Arts, 1953 @ Atelier Robert Doisneau

Robert Doisneau, Un chien du pont des Arts, 1953 @ Atelier Robert Doisneau

 

Ed ecco l’intero programma delle mostre che verranno organizzate al Palazzo delle Paure

Palazzo delle Paure
piazza XX settembre, 22- Lecco
Informazioni:
Tel. 0341.481249 – 0341.481247; segreteria.museo@comune.lecco.it; www.museilecco.org

Programma:
Robert Doisneau. Pescatore di Immagini
23 giugno – 30 settembre 2018

L’Ottocento lombardo
20 ottobre 2018 – 20 gennaio 2019

Vivian Maier. Autoritratti
Estate 2019

I Macchiaioli
Autunno 2019

Berenice Abbott. Topographies
Estate 2020

Il Divisionismo
Autunno 2020

 

01_LeBaiser Robert Doisneau Le Baiser de l’Hôtel de Ville  Paris, 1950 © Atelier Robert Doisneau, 2016

01_LeBaiser
Robert Doisneau
Le Baiser de l’Hôtel de Ville
Paris, 1950
© Atelier Robert Doisneau, 2016

Commenti?