Gli archivi della vecchia Ca’ Granda (sotto il Policlinico) sono ora visitabili

Aprono al grande pubblico l’Archivio Storico e il Sepolcreto della Ca’ Granda, uno dei più antichi ospedali d’Italia, oggi Policlinico di Milano.  Il percorso prende il nome di “Ar.Se – il Percorso dei Segreti”, è stato realizzato e sarà gestito dal Gruppo MilanoCard in seguito all’assegnazione del bando indetto dall’Ospedale stesso.

Milioni di persone, centinaia di anni, migliaia di eventi e accadimenti si sono consumati, passati e vissuti tra le mura della Ca’ Granda, ma dove veniva prese le decisioni che coinvolgevano la vita di miglia di persone ? Dove sono conservati gli atti e i documenti che raccontano la storia di questo luogo e della vita di milioni di persone ?

Il Gruppo MilanoCard insieme all’Ospedale Policlinico aprono per la prima volta al pubblico spazi mai visti prima, le sale del Capitolo affrescate dal Volpino e ora custodi dell’Archivio storico ma anche il seicentesco Sepolcreto dove sono custoditi i resti di oltre 150.000 persone. Un emozionante viaggio alla scoperta della storia e delle radici della città.

Il percorso è visitabile dal Martedì alla Domenica, dalle 17 alle 22 e nel fine settimana apertura anticipata alle 15, così da dare ad ognuno il tempo per godere a pieno la bellezza dei luoghi, tutte le visite sono accompagnate da personale che fornisce utili e interessanti informazioni per rendere la tua visita un’esperienza indimenticabile.

L’Archivio Storico, la cui costruzione risale al 1637 ad opera del Richini nell’ambito dell’ampliamento della Ca’ Granda, è un vero gioiello nascosto, non solo per i documenti che conserva, ma anche per il luogo stesso, ricco di fascino e storia, tanto da venire dichiarato “Luogo del Cuore” dal FAI.

Al suo interno custodisce migliaia di documenti storici relativi all’amministrazione ospedaliera, dall’anno Mille sino ai giorni nostri, tra cui spiccano l’Atto di fondazione dell’Ospedale, firmato dal Duca Francesco Sforza in persona, centinaia di pergamene e alcune lettere firmate da personaggi illustri fra i quali Napoleone e Leopardi. Le splendide sale che ospitano l’Archivio erano destinate ad accogliere le riunioni del “Capitolo”, ovvero il consiglio d’amministrazione ospedaliera che si riunì in questi luoghi fino al 1796. Il salone maggiore, o “Capitolo d’Estate”, era fra i più vasti ambienti ad uso profano presenti a Milano nel XVII secolo. La sala è caratterizzata da una copertura a volta divisa in lunette, dipinta da Paolo Antonio de’ Maestri, detto “Il Volpino”, nel 1638. Il Sepolcreto si trova al di sotto della Cripta della Chiesa della B.V. Annunciata, adiacente all’Archivio, anch’essa di epoca secentesca, e si stima che custodisca i resti di circa 150mila pazienti ospedalieri deceduti fra il 1637 e il 1695. Lo stesso luogo ha ospitato anche le spoglie dei caduti delle Cinque Giornate di Milano, prima che venissero traslate al monumento dell’omonima piazza.

Un grande patrimonio artistico, storico, architettonico quindi, che, grazie a MilanoCard, sarà reso accessibile alla città tutti i giorni in orario serale, per rispondere a una crescente esigenza delle persone che hanno sempre meno tempo libero durante i giorni lavorativi. Per garantire la migliore esperienza, tutti i visitatori saranno accompagnati lungo il percorso da personale esperto.

 

 

ArSe
Il Percorso dei Segreti
Via Francesco Sforza 32, Milano
Aperto Martedì al Venerdì 17.00-22.00
Sabato e Domenica 15.00-22.00

Biglietto intero: 12€

https://www.arsemilano.it

Commenti?