È la settimana del Dong Film Fest, festa del cinema indipendente cinese

Si chiama Dong Film Fest ed è l’unico festival italiano dedicato al cinema cinese indipendente, che si svolgerà al Cinema Massimo di Torino dal 27 al 29 ottobre prossimo.

Il festival porterà in sala, per la seconda edizione, cinque tra opere prime e seconde realizzate da registi cinesi emergenti. Si tratta di film di finzione e in particolare di tre esordi alla regia. Un cinema che restituisce l’identità e lo sguardo della nuova generazione di registi cinesi, corteggiata dai maggiori festival internazionali, ma ancora poco conosciuta in Italia.

I film in concorso sono cinque lungometraggi, tre dei quali in anteprima italiana, che verranno proiettati in versione originale con i sottotitoli in italiano. In apertura, inoltre, sarà proiettato il cortometraggio vincitore del Festival di Cannes, A Gentle Night di Qiu Yang.

Inoltre, anche quest’anno Dong Film Fest collabora con la CUSX, Communication University of Shanxi, e insieme ad ANGI, Associazione Nuova Generazione Italo Cinese, propone la proiezione di un film fuori concorso dedicato allo scambio tra studenti universitari italiani e cinesi. Sabato 28 ottobre alle ore 16.00 presenteremo in anteprima italiana Petals Flutter di Huang Xiaoming, docente presso il Tv and Production Center della CUSX, realizzato con il contributo di diversi studenti dell’università. La proiezione sarà in versione originale con sottotitoli in inglese e si svolgerà alla presenza del regista Huang Xiaoming, che sarà ospite del festival per tutta la manifestazione.

I giovani registi cinesi indagano una realtà fluida e mutevole, una contemporaneità sempre meno solida e sociale e la raccontano con grande capacità di rielaborazione. Dong Film Fest vuole dare visibilità a questo cinema che sorprende per complessità, sintesi e bellezza e che raccontando la Cina racconta anche qualcosa del nostro presente occidentale.

DONG OFF
Il Dong Film Fest si aprirà e chiuderà a Comodo64 con due serate speciali dedicate agli artisti cinesi Bo Wang e Li Kunwu, per esplorare oltre al cinema altre forme di narrazione: la video arte e, in collaborazione con add editore, la letteratura a fumetti. Le due serate entreranno nel palinsesto di NESXT e avranno luogo in occasione della pre-inaugurazione del festival, giovedì 26 ottobre, e della festa di chiusura, domenica 29 ottobre 2017.

PRE-INAUGURAZIONE
Giovedì 26 ottobre, alle ore 20.30 a Comodo64 verrà proiettato in anteprima nazionale il film di Bo Wang, Traces of an Invisible City, presentato al Guggenheim Museum di New York nell’ambito della rassegna Tales of Our Time.

Traces of an Invisible City di Bo Wang e Pan Lu (2016 | 70) esplora gli scenari urbani della città di Hong Kong indagando il rapporto tra il loro impatto visivo, la funzione per cui sono stati progettati e il modo in cui sono fruiti dai cittadini. Il film è diviso in tre capitoli, ciascuno dei quali è dedicato a una diversa area della città: The Exhibition, The Streets e The North Side.

L’opera prosegue l’indagine di Dong Film Fest sullo sguardo che i giovani autori cinesi rivolgono alla città di Hong Kong iniziato nel 2016 con la proiezione di Where are you Going (2016 | 120) di Zhengfan Yang, viaggio tra finzione e documentario a bordo taxi per le vie della metropoli. Inoltre rinnova la nostra attenzione per il video artista Bo Wang di cui abbiamo già presentato il film saggio China Concerto (2012 | 40).

Comodo64 studio nasce dall’idea di creare un luogo di lavoro dove racchiudere idee e collaborazioni. Uno spazio polifunzionale suddiviso in: studio fotografico, coworking, galleria d’arte, spazio per eventi e workshop. Già nel nome è chiaro l’omaggio al mitico computer degli anni ‘80/’90, il Commodore 64, che ha segnato un’intera generazione: guardare avanti con un occhio al passato è lo spirito che anima lo studio, le persone che lo compongono e i processi che lo sostengono. www.comodo64.it

FESTA DI CHIUSURA
Domenica 29 ottobre alle ore 21.30 a Comodo64 festeggeremo con una degustazione di ravioli cinesi offerta dal ristorante Mu Fusion Dumplings e saranno proiettate le tavole dalla graphic novel Una vita cinese. Il tempo del denaro di Li Kunwu e Philippe Ôtié, add editore, accompagnate da djset e brindisi finale.

 

IL PROGRAMMA

26 OTTOBRE
ORE 20.30

Comodo64
Traces of an Invisible City di Bo Wang e Pan Lu
Anteprima Italiana

27 OTTOBRE
ORE 20.30
Cinema Massimo, sala 3
Degustazione di vini offerta da Orsolani Azienda Agricola
A Gentle Night di Qiu Yang
Last Laugh di Zhang Tao
Anteprima Italiana

28 OTTOBRE
ORE 16.00
Cinema Massimo, sala 3
Petals Flutter di Huang Xiaoming
Anteprima Italiana alla presenza del regista v.o. sott ingl.
ORE 18.30
Cinema Massimo, sala 3
Una vita cinese. Il tempo del denaro
di Li Kunwu e Philippe Ôtié
Presentazione a cura di add editore ospite Emanuele Rosso
ORE 20.00
Cinema Massimo, sala 3
Children Are Not Afraid of Death, Children Are Afraid of Ghosts
di Rong Guang Rong
Presentazione a cura di Dario Tomasi
ORE 22 .00
Cinema Massimo, sala 3
Ciao Ciao di Song Chuan
Anteprima Italiana

29 OTTOBRE
ORE 16.00
Cinema Massimo, sala 3
The Taste of Rice Flower di Peng Fei
ORE 18.30
Cinema Massimo, sala 3
Dog Days di Jordan Schiele
Anteprima Italiana
ORE 20.30
Cinema Massimo, sala 3
Premiazioni
ORE 21.30
Cinema Massimo, sala 3
Replica del film vincitore

29 OTTOBRE
ORE 21.30
Comodo64
Degustazione di ravioli cinesi offerta dal ristorante Mu Fusion Dumplings
Festa di chiusura

Nella giornata di chiusura del festival saranno proiettati anche 2 cortometraggi proposti dal Tohorror Film Fest

 

Commenti?