Debussy, Rachmaninov ma anche prime assolute e riscoperte per Palazzina Liberty in musica

Niente meno che 177 concerti, per una stagione articolatissima che va dalla musica contemporanea in senso letterale (c’è persino un concorso per giovani autori), al 700 di Bach e figli. Passando per il centenario di Debussy, Rachmaninov, il 900 italiano, persino la musica di altri continenti. Ecco in pochi dati la stagione 21017-18 di Palazzina Liberty in Musica.

Dalle orchestre “residenti”ad altre iniziative, il programma musicale della Palazzina Liberty cover proprio tutto. Ci sono anche l’opera e persino una inedita messa interamente a cappella (il 19/11 alle 15,30). E il recupero di un brano di Bach che non si esegue dal 700 (il 22 aprile)!

Di seguito vi pubblichiamo l’intero comunicato stampa. Ma la raccomandazione è una sola. Se avete voglia di sentire buona musica, consultate il sito www.palazzinalibertyinmusica.it e cercate. Troverete certamente qualcosa che vi soddisferà.

La nuova stagione di Palazzina Liberty in musica

La nuova stagione di Palazzina Liberty in musica

 

La stagione 2017/18 di Palazzina Liberty in Musica, prevede un cartellone di 177 appuntamenti, di cui 28 concerti didattici e 16 matinées di teatro musicale per le scuole. Sono confermate le “residenze artistiche” delle precedenti stagioni: Milano Classica, diretta da Michele Fedrigotti, e i suoi partner (A.M.O., Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, Festival Meetings, Il Clavicembalo Verde, Le Cameriste Ambrosiane, Novurgìa, PianoFriends, SIMC), il Festival Liederìadi, direttore artistico Mirko C. Guadagnini, e La Risonanza, diretta da Fabio Bonizzoni.

Alle produzioni in ospitalità de La Sala dei Tanti e PianoLink si affiancano la stagione lirica “Invito all’Opera” de La Compagnia del BelCanto e il ciclo di quattro appuntamenti con Cantosospeso. Mese dopo mese completano il cartellone PLIM i singoli eventi con la collaborazione del Municipio 4 di Milano.

E poi la Civica Orchestra di Fiati di Milano, ensemble in residenza dal 1991, che raddoppia quest’anno i propri appuntamenti con un programma decisamente cosmopolita. Lo inaugura il direttore americano David Whitwell con il concerto “Jubilaeum”, 28 ottobre 2017; a dirigere la storica formazione saliranno poi sul palco della Liberty Mario Carbotta (11 novembre 2017); Simon Perčič con il giovanissimo cornista Sebastijan Buda (13 maggio 2018) e Stefano Martinotti, accompagnato dal violino solista di Brandon Christensen (25 maggio 2018).

Sempre più prestigiosi gli interpreti invitati nella XXVI stagione “Milano fantastica” di Milano Classica: fra gli altri Orazio Sciortino, Pierre Hantaï, Vanni Moretto, Didier Talpain, Gemma Bertagnolli, Bruno Canino, Luisa Prandina. Milano Classica si conferma portavoce di quell’identità ambrosiana, crocevia di culture e accoglienza d’ingegni e affetti, che l’ascoltatore assorbirà in una sorta di viaggio virtuale dal Barocco alla musica di oggi. Di particolare significato è il progetto “L’albero della vita”, cui è dedicata l’edizione 2018 del Festival Meetings, il palinsesto che mette in rete orchestre e cori giovanili delle scuole a indirizzo musicale della Città Metropolitana di Milano. Coerente con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per il Pianeta nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, il progetto si pone in linea di continuità con le sfide di EXPO 2015 e, ancora una volta, ne saranno protagonisti i più piccoli a confermare il ruolo dell’educazione musicale nella formazione dell’individuo.

Giunto alla XII stagione e al terzo anno di residenza in Palazzina Liberty, il Festival Liederìadi propone quest’anno un programma di otto concerti tra liederistica (S.V. Rachmaninov, G. Rossini, C. Debussy nel centenario della morte) e musica corale con due appuntamenti dedicati al compositore italiano Mario Castelnuovo-Tedesco nell’ambito del palinsesto “Novecento Italiano”, promosso da Comune di Milano | Cultura per la riscoperta delle arti del XX secolo. Prosegue il progetto di commemorazione della Grande Guerra (1915-1918), iniziato nel 2015, con la proposta di un Requiem moderno o contemporaneo per ogni anno del centenario dal conflitto: a inaugurare la stagione, il 19 novembre 2017, la “Messa da Requiem” di Ildebrando Pizzetti in prima assoluta milanese, seguita dal “Requiem” k626 di W.A. Mozart.

In residenza in Palazzina Liberty per il terzo anno consecutivo, La Risonanza prosegue nell’opera di divulgazione dei capolavori di J.S. Bach: in programma il 21 dicembre 2017 la prima parte dell’Oratorio di Natale. Novità di quest’anno è il progetto “Sul palco de La Risonanza”, dedicato ai giovani talenti: per questo ciclo Patrycja Domagalska (Polonia), 9 dicembre 2017, e Iason Marmaras (Grecia), 3 febbraio 2018. Di speciale rilievo “La Festa del Principe”, 22 aprile 2018, doppio concerto in collaborazione con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio Reale dell’Aja per ripercorrere i fasti delle celebrazioni per il compleanno del Principe di Cöthen nel 1728, accompagnate dalle musiche appositamente composte da J.S. Bach per il suo mecenate e mai più eseguite negli ultimi 300 anni.

Novità della stagione PLIM 2017/18 sono gli spettacoli d’opera e operetta nella stagione lirica “Invito all’opera” de La Compagnia del BelCanto, diretta da Giuseppina Russo. Fra i classici in programma La Bohème, 15 ottobre 2017; Gianni Schicchi, 11 febbraio 2018; La Traviata, 8 aprile 2018. Protagonisti degli spettacoli, proposti in forma tradizionale, dal vivo e in costume d’epoca e realizzati fedelmente secondo le versioni originali, sono i vincitori del Concorso Lirico “A ruoli d’opera”, sempre a cura della Compagnia del BelCanto.

Alla musica corale e alla musica popolare dei tre mondi – europea, africana, americana con omaggi a compositori come Morten Lauridsen, Mårten Jansson, Alberto García Demestres – sono dedicati i quattro appuntamenti da due repliche ognuno con i cori Cantosospeso e Ensemble Prometeo, diretti dal maestro italo-brasiliano Martinho Lutero Galati de Oliveira. Inaugura il ciclo il “Concerto per la Giornata della Memoria” il 28 gennaio 2018; tributo a un’altra forte ricorrenza, il 25 aprile 2018 nel 73° anniversario della Liberazione, è il concerto dal titolo simbolico “Musica libera”.

Consolidata ospitalità di Palazzina Liberty in Musica, La Sala dei Tanti, diretta da Marcella Bassanesi, propone un fitto programma di matinées per le scuole con spettacoli di educazione musicale rivolti a bambini e ragazzi di diverse età, per la regia di Gianni Coluzzi. Definiti “concerti animati” per l’originale commistione di arti, li accompagnano dal vivo i solisti della Civica Orchestra di Fiati di Milano con brani dei più celebri autori, dal Rinascimento al XX secolo, appositamente arrangiati per piccoli organici da Marcela Pavia. Tre gli spettacoli in programma: “Le note di Arlecchino”, un classico della loro produzione; “Lo Schiaccialuci”, drammaturgia originale con le musiche de Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, e il “Carnevale degli animali” di Camille Saint-Saëns. Si conferma la formula degli appuntamenti per le famiglie la domenica pomeriggio alle ore 16.30 nelle date del 4 febbraio (Le note di Arlecchino) e del 21 aprile 2018 (Lo Schiaccialuci).

Professionisti dello scenario musicale internazionale e amatori e appassionati tornano a suonare insieme sul palco della Liberty per la IV edizione del Milano Amateurs & Orchestra Festival di PianoLink, fondato e diretto da Andrea Vizzini. Protagonisti della maratona di sola musica – quest’anno per la prima volta di 3 giorni consecutivi dalle 14.00 del 14 giugno alla sera del 16 giugno 2018 – la PianoLink Philharmonic Orchestra, diretta da Massimo Fiocchi Malaspina, l’Orchestra Carisch, il Coro Polifonico Stendhal di Novara, il Coro da Camera Romano Gandolfi.

 

Palazzina Liberty in musica
Palazzina Liberty
Largo Marinai d’Italia 1, Milano
www.palazzinalibertyinmusica.it

 

Commenti?