LOVE, l’amore nell’arte contemporanea. Alla Permanente (MI)

 

Arriva alla Permanente di Milanodal 17 marzo, LOVE L’Arte contemporanea incontra l’amore, la mostra rivelazione dell’anno.
L’evento, che ha saputo richiamare a sé un vastissimo pubblico nella sede del Chiostro del Bramante, si è rivelato una sfida complessa che ha conciliato l’arte contemporanea con i grandi numeri: sfida che la mostra LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore è riuscita a vincere grazie al tema universale dell’amore, ai grandi nomi dell’arte contemporanea internazionale e alla scelta rigorosa e sapiente delle opere da parte del curatore Danilo Eccher. Un mix vincente di elementi che ha creato un entusiasmo di massa concretizzatosi nelle lunghe code davanti al Chiostro del Bramante di Roma, dove la mostra è stata presentata in anteprima.
Andy Warhol, One Multicoloured Marilyn (Reversal Series), 1979-1986. Acrilico, polimeri sintetici e serigrafia su tela, 50,8x40,7 cm. Courtesy: Collezione privata (VR). © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2016

Andy Warhol, One Multicoloured Marilyn (Reversal Series), 1979-1986. Acrilico, polimeri sintetici e serigrafia su tela, 50,8×40,7 cm. Courtesy: Collezione privata (VR). © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2016

Milano, per il suo carattere contemporaneo e fashion, non poteva che essere la sede naturale per il prosieguo del progetto e le sale espositive del Museo della Permanente sono state ritenute le più adatte ad accogliere le 39 opere che compongono questo straordinario racconto sull’amore.
Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente, Joana Vasconcelos e molti altri sono gli artisti chiamati a raccolta da Danilo Eccher per raccontarci l’amore dal loro punto di vista, tracciando un percorso artistico fortemente emotivo.
Tra le opere iconiche, Love di Robert Indiana – un quadrato di lettere che dagli anni ’60 risiede nell’immaginario collettivo di tutti; Smoker #3 (3-D) di Tom Wesselmann, l’intamontabile One Multicoloured Marilyn (Reversal Series) di Andy Warhol e il pulsante Coração Independente Vermelho #3 (PA) di Joana Vasconcelos.
Un’opera nell’opera: i visitatori saranno invitati a lasciare la propria testimonianza all’interno del percorso espositivo, creando un’opera d’arte nuova, che crescerà giorno dopo giorno insieme alla mostra.
unnamed

Nelle immagini: Robert Indiana, Love, 1966-1999. Scultura, alluminio policromo (red and gold), 91,5×91,5×45,75 cm. AP 3/4. Courtesy Galleria d’Arte Maggiore, G.A.M., Bologna, Italia. © Robert Indiana by SIAE 2016

mostra LOVE L’Arte contemporanea incontra l’amore
dal 17 marzo al 23 luglio 2017
Permanente di Milano 
Via Filippo Turati, 34 – Milano
02 655 1445
Tom Wesselmann, Smoker, 1971. Vinile colorato su pannello, 144x160 cm. Courtesy: Flora Bigai Arte Contemporanea. © Tom Wesselmann by SIAE 2016

Tom Wesselmann, Smoker, 1971. Vinile colorato su pannello, 144×160 cm. Courtesy: Flora Bigai Arte Contemporanea. © Tom Wesselmann by SIAE 2016

Commenti?