Il roBOt festival fa di Bologna la capitale dell’electronic art

A Bologna è tempo di roBOt Festival, manifestazione internazionale dedicata alla musica elettronica e alle arti digitali ideata da Shape con il patrocinio e il sostegno del Comune di Bologna. Si svolge dal 1° al 5 ottobre in diversi luoghi della città di Bologna: Palazzo Re Enzo ospita la programmazione diurna del festival (fino al 4 ottobre), che si conclude presso MAMbo (il 5 ottobre) e per la prima volta la declinazione notturna si concentra tutta nel quartiere fieristico della città (venerdì 3 e sabato 4 ottobre), grazie alla collaborazione con BolognaFiere.

Tanti e nuovi, gli spazi cittadini coinvolti: Adiacenze, Housatonic, Collegio Venturoli, Maison Ventidue e MakeInBo.

Il Festival si articola su 5 sezioni: musica, arti visive, screenings, workshop e kids. Solo nomi di qualità, per un viaggio sonoro che attraversa le tante sfumature della musica elettronica. Oltre 100 artisti e progetti provenienti dal panorama internazionale delle arti digitali: 5 progetti curatoriali e inediti, prodotti da roBOt Festival; 25 opere selezionate attraverso il bando call4roBOt e infine 12 proiezioni, quasi tutte in anteprima italiana attraversate dal fil rouge “storia e società”

Il tema della rassegna è #lostmemories. Perché? Perché “Se una mattina ci svegliassimo senza Wikipedia” – si domanda Laura Sartori, autrice del manifesto di roBOt07 – “cosa sarebbe della nostra memoria e conoscenza comune?”. La multiforme rassegna bolognese tenta di dare una risposta al quesito, proponendo un’esperienza collettiva che non sarà facile dimenticare.

 

roBOt Festival 2014
Bologna dal 1° al 5 ottobre
Palazzo Re Enzo, Fiera di Bologna e MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna

http://www.robotfestival.it/2014/ita/index.html

Commenti?